LA SALUTE NEL BICCHIERE

Bere è importante. Per il benessere dell’organismo è indispensabile fornire la giusta quantità di liquidi

L’acqua non nutre e non dà calorie, ma è un elemento indispensabile per la salute del nostro organismo, perché circolando attraverso il corpo, trascina con sé le sostanze utili per la salute e le fa giungere fino alle zone più lontane, nello stesso tempo, porta fuori dall’organismo le scorie che ha prodotto. E’ per questo che ogni giorno, è importante assicurare all’organismo un sufficiente apporto idrico.

Camminare, correre, praticare un qualsiasi sport, naturalmente comporta uno sforzo fisico, il sudore aumenta ed eccoci a gola secca. Spesso plachiamo la voglia di bere con bevande freddissime.

Ma l’acqua ghiaccia aiuta davvero a dissetarci?

Continua a leggere

Annunci

CATTIVI ODORI E INQUINAMENTO SI COMBATTONO COSI’…

La natura ci dà una mano anche contro i cattivi odori e l’inquinamento. Un rimedio molto valido per mascherare le esalazioni sgradevoli è quello di piantare nel giardino le specie profumate tipo: gerani odorosi, lavanda, caprifoglio, nicotiana, osmanto. Per piccoli balconi scegliere piante annuali e biennali come: centaurea, primula, reseda, scabiosa.

Un valido sistema per combattere i cattivi odori consiste nel filtrarli. Allo scopo sono utili tutte quelle piante che agiscono da filtro, ossia quelle che traspirano molto e rilasciano umidità. Ortensia, azalea, rododendri e pieris sono le specie più idonee ad assolvere questo prezioso compito.

Se, invece, si vuole contrastare i dannosi effetti dell’inquinamento, è necessario scegliere particolari tipi di piante. In senso generale, tutte riescono a smaltire l’anidride carbonica, ma alcune sono in grado di assorbire molte sostanze nocive presenti in città. Per questo scopo, all’interno dell’abitazione, soprattutto per eliminare le scorie di nicotina, vanno bene: il ficus, la dracena e la beaucarnea, più comunemente chiamata pianta mangiafumo. Contro benzene e formaldeide, prediligere: il filodendro, il tronchetto della felicità e l’aloe. Mentre, l’ibisco e il clorofito sono ideali per creare ambienti ben ossigenati.

All’esterno, l’inquinamento si combatte con le piante a foglia caduca perché, la caduta delle foglie, spazza via, ogni anno, le sostanze tossiche accumulate. Gli arbusti antinquinamento più indicati sono soprattutto il lillà e la spirea. Tra le specie sempreverdi: l’aucuba, l’escallonia e l’osmanto.

LE PIANTE CHE DIFENDONO DAI RUMORI

Agrifoglio, lauro e pittosporo creano le migliori “barriere naturali”. Le specie sempreverdi svolgono il loro prezioso compito anche d’inverno

Lo sapevate che alcune piante possono aiutarci a creare barriere naturali contro i rumori? Si tratta di arbusti sempreverdi che “funzionano” anche d’inverno. Lo “schermo vede” antirumore svolge la sua funzione protettiva a seconda delle onde sonore. I rumori che si propagano per linea retta e rimbalzano sopra le superfici, si attutiscono con una cortina di piante che assorbono in parte il frastuono. Allo scopo, le piante più indicate sono l’agrifoglio, il pittosporo e tutte le specie sempreverdi.  Per contrastare i rumori più fastidiosi, come quelli prodotti dal traffico cittadino, servono arbusti molto folti, dalle foglie piccole, con rami sottili e compatti. In questo caso vanno bene le specie come: il bambù, il ligustro, il viburno. Mentre, per attutire quelli più acuti, prediligere piante con foglie grandi e carnose del tipo: lauro, osmanto ecc.