SE LA PELLE E’ FRAGILE

I cambiamenti di stagione spesso inaridiscono l’epidermide. Ecco come proteggerla

Di fronte all’aggressione provocata dai cambiamenti atmosferici la nostra pelle diventa più fragile: assume un aspetto arido, si screpola facilmente, perde la sua naturale freschezza. L’epidermide che soffre di couperose, i cui vasi sanguigni sono certamente più delicati, è, forse, la vittima preferita dai mutamenti di stagione.PelleFragile Vediamo in cosa consiste questo tipo di inestetismo: si tratta di una dilatazione dei capillari degli zigomi, seguita da un arresto della circolazione sanguigna. Il sangue, che si rapprende nei piccoli vasi là dove la pelle è particolarmente sottile, forma una rete di minuscole venuzze rosse. Ogni volta che

la cute viene sottoposta ad uno sbalzo di temperatura, la parete dei capillari subisce una pressione.

Occorre dunque proteggere l’epidermide con apposite creme che addolciscono e decongestionano la pelle sollecitando e riattivando la circolazione periferica, salvaguardando i piccoli vasi dal fenomeno della permeabilità e della conseguente fragilità.

Chi preferisce affidarsi ai rimedi naturali, ecco alcune ricette capaci di esercitare un’azione di relax sulla rete nervosa superficiale e predisporre sulla pelle un’autentica barriera di difesa contro i microrganismi che circolano nell’atmosfera. Ogni sera, per la pulizia del viso, si può adoperare una lozione preparata lasciando bollire in una tazza d’acqua, per circa dieci minuti, tre piantine di lattuga fresca. Struccare e detergere il viso in modo estremamente delicato è, poi, una regola fondamentale per salvaguardare la giovinezza della pelle.

Preziosa per riattivare la circolazione è, invece, una spremuta di pompelmo, da bere una volta al giorno.

Alla sera, per rinfrescare e decongestionare la pelle, applicare sul viso una maschera preparata con polpa di fragole. Per la salute dell’epidermide è indicatissima la tisana, da bere mattina e sera, preparata con due pizzichi di menta, due di fragola selvatica, due di lavanda, due di cerfoglio lasciati in infusione per tre minuti in una tazza d’acqua calda.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: