I CIBI CHE AIUTANO LA MENTE

Gli alimenti utili per riequilibrare la sfera, psico-emotiva. La nuova dieta basata sul carattere e sulla costituzione biologica della persona.

Una corretta alimentazione è legata non solo a determinati abitudini a tavola ma anche al carattere e alla costituzione biologica di ciascun individuo: è quanto emerso nel corso di un  recente incontro internazionale sullo studio del comportamento e cibo.
Gli alimenti influiscono sulla mente dell’uomo producendo effetti rilassanti oppure stimolanti. Alcuni cibi sono in grado di riequilibrare la sfera psico-emotiva della persona. Quindi ciascuno di noi dovrebbe seguire una dieta “su misura” tenendo conto anche della propria personalità e dell’esigenza individuale. I farinacei, ad esempio, sono particolarmente indicati alle persone che fanno fatica a concentrarsi e a chi si sente giù di tono. La verdura, invece, è adatta ai soggetti nervosi e iperattivi, perché esercita un buon potere calmante.
Secondo gli esperti, oltre a scegliere correttamente gli alimenti, bisogna considerare anche l’orario in cui si consumano. La carne, infatti, non va mangiata alla sera, in quanto essendo un cibo che favorisce la produzione di sostanze eccitanti, come l’adrenalina e la dopamina, può favorire l’insonnia. Mentre alla sera, vanno preferiti gli ortaggi e i latticini che agiscono come tranquillanti. CON LA PASTASCIUTTA  SI RECUPERARA IL SORRISO
Quando si avvertono sensazioni di depressione  oppure quando ci si sente giù di morale senza un valido motivo, vuol dire che il nostro organismo ha bisogno di una buona dose di sostanze euforizzanti. Un piatto di pastasciutta al giorno e qualche pezzetto di cioccolato di tanto in tanto sarà utile per recuperare il buonumore.
Utile in questi casi è anche integrare la propria dieta con cibi che contengono discrete quantità di magnesio e vitamine del gruppo B. Via libera, quindi, a legumi, mandorle, e cereali integrali. No, invece, ai cibi che contengono colina, come uova, pomodori e cavolfiori.
VIA LO STRESS CON I PIATTI PROTEICI
Stanchezza, cefalee e irritabilità sono sintomi dello stress, e possono essere dovuti anche ad una dieta povera di elementi proteici.
Le proteine, contenute prevalentemente nel pesce, nei formaggi e nella carne, aiutano il sistema nervoso. Ma senza eccedere: diverse ricerche hanno dimostrato che una quantità esagerata di questi cibi può dare nervosismo.
La tirosina, una sostanza appunto presente negli alimenti proteici, presa nelle giuste quantità,  favorisce la resistenza allo stress e aiuta a combattere la stanchezza e la tensione emotiva.
MIGLIORA LA MEMORIA MANGIANDO COSI’…
Per un corretto funzionamento delle membrane cellulari il nostro organismo ha bisogno in particolare di due elementi essenziali: gli omega 3 e gli omega 6. Questi acidi grassi sono reperibili in buone quantità nelle sarde, negli sgombri, nel salmone, nell’olio d’oliva, in quello di soia e di girasole. La dose giornaliera raccomandata di omega 6 è pari a circa 2 cucchiaini di olio di girasole.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: