DALLA GENETICA GLI STUDI SULLA DIVERSITA’ TRA UOMO E DONNA

Ai numerosi studi nel campo della psicologia, si associano le recenti scoperte nel settore della genetica che confermano l’assoluta diversità tra la natura dell’uomo e quella della donna.
La rivista PLOS Byology ha pubblicato approfondimenti e indagini riguardanti i geni responsabili delle diversità tra i sessi per quanto riguarda le strategie finalizzate alla riproduzione. I processi sono stati spiegati come un vero e proprio “tiro alla fune genetico” poiché vengono mkesse in luce che le caratteristiche vantaggiose per i maschi  possono rilevarsi fermamente negative per le femmine.

I CIBI CHE AIUTANO LA MENTE

Gli alimenti utili per riequilibrare la sfera, psico-emotiva. La nuova dieta basata sul carattere e sulla costituzione biologica della persona.

Una corretta alimentazione è legata non solo a determinati abitudini a tavola ma anche al carattere e alla costituzione biologica di ciascun individuo: è quanto emerso nel corso di un  recente incontro internazionale sullo studio del comportamento e cibo.
Gli alimenti influiscono sulla mente dell’uomo producendo effetti rilassanti oppure stimolanti. Alcuni cibi sono in grado di riequilibrare la sfera psico-emotiva della persona. Quindi ciascuno di noi dovrebbe seguire una dieta “su misura” tenendo conto anche della propria personalità e dell’esigenza individuale. I farinacei, ad esempio, sono particolarmente indicati alle persone che fanno fatica a concentrarsi e a chi si sente giù di tono. La verdura, invece, è adatta ai soggetti nervosi e iperattivi, perché esercita un buon potere calmante.
Secondo gli esperti, oltre a scegliere correttamente gli alimenti, bisogna considerare anche l’orario in cui si consumano. La carne, infatti, non va mangiata alla sera, in quanto essendo un cibo che favorisce la produzione di sostanze eccitanti, come l’adrenalina e la dopamina, può favorire l’insonnia. Mentre alla sera, vanno preferiti gli ortaggi e i latticini che agiscono come tranquillanti. Continua a leggere

IL LIMONE, UN AGRUME TUTTOFARE

Il succo è ideale per rendere più  gustosi alcuni piatti e con le bucce si preparano fragranti liquori. E’ un frutto che possiede molte qualità, dissetante, cosmetico e disinfettante.

Oltre ad essere adoperato per rendere più appetitosi alcuni piatti e per preparare gustosi e fragranti liquori, il limone è utilissimo anche per curare diversi disturbi. E’ un agrume che si apprezza soprattutto per il suo elevato contenuto di vitamina C ma è anche ricco di saccarosio, citrato di calcio, acido malico, acido citrico e potassio.

E’ inoltre un buon antidoto contro la cattiva digestione, abbassa la pressione, aiuta la circolazione favorisce la secrezione della bile.

Il limone possiede ancora molte altre qualità dissetante, cosmetico, disinfettante.

Nella parte bianca e spugnosa della buccia si trova concentrata una sostanza, limonene, che sembra estremamente promettente come agente anticancro.

Dal punto di vista culinario, il limone trova impiego nelle più svariati interpretazioni gastronomiche, dalle ricette a base di pesce, a quelle di carne o di frutta. Viene venduto sul mercato tutto l’anno e in più ha il vantaggio di essere a buon mercato. Continua a leggere

LA PELLE, LO SPECCHIO DELLA SALUTE

Aiutiamo la nostra epidermide a mantenersi giovane e bella, prevenendo gli effetti dell’invecchiamento.

La bellezza della pelle è un patrimonio personale: si può conservarla, migliorarla, oppure trascurarla. Anzi, molte volte viene persino maltratta, “bombardandola” di raggi – luce nocivi. E pensare che è proprio quest’involucro esterno a denunciare l’età di una persona. Perché allora dimostrare più anni di quelli anagrafici, apparire vecchi prima del tempo solo per pigrizia o negligenza? Quando la pelle invecchia, perde la sua elasticità e compattezza, diventa rugosa, si presenta “molle”, fragile senza tono, non c’è scampo neppure per un viso grazioso, dai lineamenti minuti. Perché non intervenire prima, prevenendo l’invecchiamento cutaneo anziché curarlo dopo? Anche una pelle giovane può attraversare un periodo “difficile” (diete dimagranti, fumo eccessivo, insonnia, stress ecc.) ed appare spenta, opaca e grigia a vent’anni. Teniamo sotto controllo lo stato di salute della pelle allora, così come cercheremo di avere un sorriso sempre smagliante e una silhouette agile e scattante. E’ un po’ come il nostro biglietto da visita, presentiamoci dunque nella miglior forma possibile. Continua a leggere