CUCINA SANA E GUSTOSA: LA ZUCCA

Il Sapore della Natura

In autunno si arricchisce di sali minerali e vitamine, raggiungendo il sapore migliore.

E’ un ortaggio buonissimo, fa bene ed è l’ingrediente di tante prelibate ricette

Saporita e ricca di benessere, la zucca è un vero mix di vitamine e sali minerali e in più ha il vantaggio di essere poco calorica.

La zucca è il frutto di alcune piante erbacee appartenenti alla famiglia delle Cucurbitacee. E’ originaria dell’America centrale e si è diffusa nel Nord e nel Sud America. Successivamente è stata portata in Europa e in Asia. Oggi, i principali produttori di zucche sono Cina, Egitto, Romania e Turchia.Zucca

La coltivazione di questo buonissimo e benefico ortaggio riguarda tre specie: la Cucurbita pepo, denominata anche zucchina, la Cucurbita maxima, di dimensioni notevoli e la Cucurbita moschata, di dimensioni più ridotte. Più comunemente la suddivisione delle diverse varietà viene fatta in base a due categorie principali: zucchine (estive) e zucche gialle invernali. Si raccolgono quando sono ben mature e si conservano, durante i mesi freddi, in locali freschi, ma non umidi.

Continua a leggere

L’infuso di tiglio per chi soffre di mal di testa

Originario dall’Inghilterra, il tiglio oggi cresce in tutta Europa e talvolta lo si può trovare persino in Australia e nell’America del nord. Oltre ad essere una bellissima pianta ornamentale, il tiglio e ricco di preziose qualità: le foglie e i fiori vengono adoperati sia per scopi terapeutici sia nel campo della cosmesi e della gastronomia. Il tiglio haMalditesta notevoli proprietà antispasmodiche, è un calmante ed aiuta a conciliare il sonno. L’infuso preparato con un cucchiaio di fiori freschi per ogni tazza di acqua bollente, è ottimo per lenire i mal di testa causati dalla stanchezza.

Il suo delicato aroma, conferisce sapore alle insalate, mentre un composto preparato con le foglie di lattuga, prezzemolo, foglie di tiglio fresche, olio, aceto e sale è il contorno ideale per accompagnare formaggi e carne fredda.

SE LA PELLE E’ FRAGILE

I cambiamenti di stagione spesso inaridiscono l’epidermide. Ecco come proteggerla

Di fronte all’aggressione provocata dai cambiamenti atmosferici la nostra pelle diventa più fragile: assume un aspetto arido, si screpola facilmente, perde la sua naturale freschezza. L’epidermide che soffre di couperose, i cui vasi sanguigni sono certamente più delicati, è, forse, la vittima preferita dai mutamenti di stagione.PelleFragile Vediamo in cosa consiste questo tipo di inestetismo: si tratta di una dilatazione dei capillari degli zigomi, seguita da un arresto della circolazione sanguigna. Il sangue, che si rapprende nei piccoli vasi là dove la pelle è particolarmente sottile, forma una rete di minuscole venuzze rosse. Ogni volta che

la cute viene sottoposta ad uno sbalzo di temperatura, la parete dei capillari subisce una pressione.

Occorre dunque proteggere l’epidermide con apposite creme che addolciscono e decongestionano la pelle sollecitando e riattivando la circolazione periferica, salvaguardando i piccoli vasi dal fenomeno della permeabilità e della conseguente fragilità.

Continua a leggere

GLI ZUCCHERI CATTIVI

Donne più cardiopatiche con il consumo in eccesso di carboidrati
ad alto indice glicemico

Un recente studio condotto da medici italiani ha rivelato che il consumo eccessivo di carboidrati ad alta percentuale glicemica, aumenta del doppio il rischio di patologie cardiache in particolar modo nei soggetti di sesso femminile. Si tratta di quegli alimenti raffinati, molto diffusi nella nostra dieta quotidiana, di bevande zuccherate e quindi zuccheri facilmente digeribili che circolano velocemente nel ns. organismo.
Su un campione di circa 48.000 adulti italiani esaminati, è emerso che le donne hanno un rischio di 2,24 volte più alto di patologie delle coronarie se assumono molti zuccheri ad assimilazione rapida. Una percentuale più del doppio rispetto al sesso maschile.

LA PATATA SI TRASFORMA IN DOLCIFICANTE

Manipolando il dna del tubero è possibile ottenere una notevole fonte di fruttosio in modo efficiente all’amido. Una percentuale di fruttosio quaranta volte superiore alla normale quantità: è la scoperta rivelata da un gruppo di ricercatori francesi che modificando geneticamente una patata, sono riusciti ad ottenere tale sorprendente risultato. Questa modificazione è avvenuta inserendo nel dna del tubero, i geni di tre batteri: ogni gene conteneva le istruzioni di un enzima coinvolto nella produzione di fruttosio. La patata transgenica è in grado di produrre fruttosio in modo efficiente all’amido. Tale scoperta ha suscitato grande interesse da parte di molte industrie alimentari europee, ma la strada da percorrere, prima che la patata possa essere usata come dolcificante, è ancora lunga. Gli scienziati prevedono dai tre ai cinque anni di studi.

LA VERONICA CONTRO AFTE E GENGIVITI

Le parti fiorite vengono adoperate nella preparazione di benefici
e gradevolissimi infusi.

Ha proprietà aromatizzanti, stimolanti, digestive, emollienti e depurative, la Veronica è una pianta che si trova comune in tutta Italia.
E’ ottima nella cura depurativa per l’organismo. Per uso esterno viene utilizzata in caso di afte, gengiviti e stomatiti.
Le parti fiorite si raccolgono nei mesi di giugno e luglio, recidendole alla base ed eliminando gli eventuali pezzi di fusto. Vengono essiccate all’ombra o al sole ma riparata tra due fogli di carta, rimuovendola frequentemente. Si conservano in recipienti di vetro. La veronica è comunque reperibile nelle erboristerie o nei negozi specializzati.
Un infuso depurativo si prepara lasciando in infusione, per dieci minuti, 12 grammi di sommità fiorite di Veronica in una tazza d’acqua bollente. Si filtra e si beve dopo i pasti e dopo cena, dolcificando a piacere.

PREPARIAMO I CAPELLI ALL’INVERNO

Ecco i trattamenti più efficaci per salvaguardare luminosità, morbidezza e
allo stesso tempo prevenire la caduta e la fragilità della capigliatura

Durante la stagione fredda spesso i capelli diventano più fragili, si spezzano facilmente e si accentua la caduta. Per evitare che questi fattori possano influire sulla bellezza della capigliatura è necessario correre subito ai ripari con un programma a tutto benessere.
La prima mossa è quella di imparare a conoscere i punti deboli dei nostri capelli e quindi applicare i trattamenti più efficaci che ci permetteranno di salvaguardare luminosità, morbidezza e allo stesso tempo prevenire la caduta.
Una regola fondamentale che vale per tutti i tipi di capelli, è l’igiene che non si limita semplicemente al lavaggio, ma soprattutto a rispettare l’equilibrio biologico mediante l’utilizzo di trattamento di shampoo specifici. Continua a leggere